Rubrica - Mountain Bike sui Sibillini

Snow & Sun

Percorso Snow & Sun   Località: Caldarola KM: 23.78 Difficoltà: Medio Durata: 04:31:49 Dislivello: 1045   Partenza da Piazza Vittorio Emanuele per salire fino alla casetta sopra il ripetitore facendo la strada più comoda e arrivando nel punto più alto che la neve ci permetteva di arrivare poi siamo andati a scendere dal monte Fiungo con discese e tratti che richiedono esperienza e capacità di guida non da principiante oltre a mezzi idonei….! Ritorno facendo il Cammino Francescano della Marca fino a Frz. Croce per scendere dal “Boschetto” .Un Mix eccellente con salite e discese a tratti difficili e impegnative fatto in compagnia di amici che hanno reso, insieme alla neve,l’uscita affascinante e ricordativa.alla prossima!   Per la mappa clicca qui!    

Scritto il 17 Settembre 2018 da #occhionascosto deisibillini

Petrella - Sentiero del Lupo

Percorso Petrella - Sentiero del Lupo   Località: Caldarola KM: 32.59 Difficoltà: Medio Durata: 04:47:16 Dislivello: 1011   Partenza da Caldarola, direzione “ripetitore”, passando per prati verso S.M. Maddalena.Passando dai cancelli della Scentella, fino alle “Stabbiate”. Da qui si prosegue per “La Petrella” in discesa, fino a sopra Grotta Frati,discesa abbastanza impegnativa…. Si prosegue per il Sentiero del lupo, direzione Morico per poi fare asfalto fino a casa.Classico giro bello, divertente, ma sicuramente non da sottovalutare come difficoltà….   Per la mappa clicca qui!    

Scritto il 14 Settembre 2018 da #occhionascosto deisibillini

Sibilla - Gole Dell’Infernaccio

Percorso Sibilla - Gole Dell’Infernaccio   Località: Fermo KM: 28.64 Difficoltà: Difficile Durata: 06:23:29 Dislivello: 1450   Abbiamo parcheggiato le macchine alla sbarra prima delle Gole dell’infernaccio e si parte in direzione Isola San Biagio(troverete subito una fontana di acqua) passando per un sentiero del GAS(Grande Anello dei Sibillini), facendo pochissimo asfalto, giusto il tratto da Isola fino all’inizio dello stradone che porta al Rifugio Sibilla a quota 1540 m.s.l.m. Dopo aver preso un caffè al bar (le ragazze vi riempiranno le borracce e gli zaini con l’acqua del rifugio)cominciamo la parte dura della salita, in questa traccia scegliamo di portare la bici in spalla camminando cresta cresta attraversando la grotta  , la corona e la ferrata della Sibilla,  passaggi impegnativi per via delle rocce e al sentiero impervio.Si sale proseguendo cresta cresta fino a che non arriviamo a prendere il Sentiero 11,sotto Cima Vallelunga ,con panorami a 360°spettacolari(da castel Manardo-Priora-M.Porche-Pizzo del Diavolo-Redentore -Vettore-il paese di Foce-Valle del lago di Pilato-M.Ascensione …),che ci porterà nella Valle Lunga , dove all’inizio è  difficoltosa ma una volta imboccato il sentiero tra gli arbusti,il divertimento sarà assicurato tra i tornanti e alla fine il  sentiero  ci porterà fino a Capotenna, dove troveremo una fontana e giu’ giu’ fino alle Gole Dell’infernaccio con l’inevitabile gioia di tutti perchè la parte finale è davvero gustosa.Il giro è breve come km ma MOLTO DURO, troverete di tutto…salite ,discese,single track ,tratti impossibili da fare da soli ma allo stesso tempo, panorami e paesaggi mozzafiato.un gran bel giro ,alla fine la fatica sarà ripagata !Garantito!   Per la mappa clicca qui!

Scritto il 11 Settembre 2018 da #occhionascosto deisibillini

Monte di Croce - S. Maroto - Sentiero Del Tesoro e De Magistris

Percorso Monte di Croce - S. Maroto - Sentiero Del Tesoro e De Magistris   Località: Caldarola KM: 27.64 Difficoltà: Medio  Durata: 03:54:21 Dislivello: 1216   Fino al monte di Croce la strada non presenta particolari difficoltà, i classici 6 km di asfalto in salita per poi passare al terreno di breccia e salire fino alla casetta sopra il Ripetitore, direzione “Vallette”. La parte iniziale è la stessa che si fa’ per andare a prendere “I Terribili” poi però si fà una variante e si arriva dopo una prima discesa sopra San Giusto e San MarotoDa qui altra salita, a tratti impegnativa, che ci riporterà a S.M. Maddalena. Ora discesa tra i sentieri “Del Tesoro” e “De Magistris” che vi porteranno dritti a Piazza di Caldarola.Particolarmente adatto a bici AM ma nell’insieme è praticabile con qualsiasi mezzo però richiede esperienza nella guida in discesa perché i due sentieri finali nascondono dei pericoli.un bel giretto.   Per la mappa clicca qui!    

Scritto il 08 Settembre 2018 da #occhionascosto deisibillini

Gola del Furlo

Percorso Gola del Furlo   Località: Acqualagna(PU) KM: 46.04 Difficoltà: Medio Durata: 06:33:48 Dislivello: 1683   Partenza e ritorno presso il Parco del Furloabbiamo fatto entrambi le montagne rocciose:Monte PaganuccioMonte PietralataTesta di MussoliniRiserva Naturale del Furto Il giro presenta se fatto in periodi estivi resta abbastanza impegnativo, mentre i sentieri praticati non presentano particolari difficoltà diverse da una normale uscita in MTB.Richiede l’utilizzo di sacche idriche e di attenzione in discesa che sono quasi tutte con pietraie. un bel giro.   Per la mappa clicca qui!    

Scritto il 05 Settembre 2018 da #occhionascosto deisibillini

Pizzo Mèta - Sentiero Dei Cinghiali - Sarnano

Percorso Pizzo Mèta - Sentiero Dei Cinghiali - Sarnano   Località: Caldarola KM: 62.57 Difficoltà: Difficile Durata: 07:12:59 Dislivello: 1749   Partenza dal solito posto, piazza di Caldarola, direzione verso Contrada Collarsone, appena fuori Caldarola, giunti a Frz. Valle, poi Tribbio e Villa di Montalto per dirigerci verso Frz. Monastero dove troviamo la prima salita dura.Appena ripreso il fiato altri 8 km di salita fino ai prati di Ragnolo e anche qui piccola pausa e su fino alla conquista del monte “Pizzo Meta”(firmiamo i quaderni del passaggio) poi su per Pintura di Bolognola, sentiero che porta a  Garulla dove e si va a prendere il “Sentiero del Cinghiale”, molto divertente…. Ritorno su asfalto per Sarnano fino a Caldarola, circa 20Km un giro duro, con molte salite dure e impegnative. Discese tecniche e richiedono mezzi idonei e esperienza di guidamolti punti dove prendere l’acquasentieri sono ghiaiosi e rocciosiun gran bel giro con ottimi panorami e vedute mozzafiato   Per la mappa clicca qui!

Scritto il 02 Settembre 2018 da #occhionascosto deisibillini

"I 4 Strappi"

Percorso "I 4 Strappi"   Località: Caldarola KM: 25.46 Difficoltà: Medio Durata: 04:17:05 Dislivello: 1300   Partenza e ritorno a Piazza Vittorio Emanuele di Caldarola. Inizio giro su asfalto fino a Frz. Croce, proseguendo verso il “ripetitore” di Caldarola dove si passera’ per un sentiero che passa al fianco dei prati. Giunti in quota si prosegue in direzione della discesa “La Storta” ma noi andremo ancora su fino a quasi la cima del Monte Fiegni. Faremo una panoramica che passa sopra a S.M. Maddalena fino a scendere e prendere la strada che vi porterà a fare un tratto del “Sentiero 1 Rosso”. Giunti nella zona detta “Le Vallette” andremo a prendere il sentiero delle Raje, poi risaliremo un po’ per andare a prendere il Sentiero del Tesoro e di seguito il Sentiero De Magistris, queste discese sono impegnative e non adatte a persone inesperte o con mezzi non adatti a lunghe discese dove anche i freni subiscono forti stress. Giunti di nuovo nei pressi del cimitero di Caldarola andremo a prendere una salita che vi porterà  a fare un’altra discesa gustosissima e che vi porterà dritti in piazza.   un giro con alcuni tratti in asfalto salite ripide e tecniche discese difficili e lunghe che richiedono una preparazione idonea a quello che state facendo. consigliato l’utilizzo di protezioni e PRUDENZA SEMPRE   Per la mappa clicca qui!

Scritto il 30 Agosto 2018 da #occhionascosto deisibillini

Valle dell’Ussita

Percorso Valle dell’Ussita   Località: Visso  KM: 39.36 Difficoltà: Difficile Durata: 05:18:02   Dislivello:1500   Escursione lunga e faticosa, molto bella per gli ambienti attraversati Partiremo da Visso scaldando i motori con una leggera salita fino a Ussita, tutto asfalto. Da Ussita proseguiamo in direzione Frontignano per poi scendere sulla mitica PS3 fino a Calcara. Da Calcara inizia la parte più faticosa e spettacolare. Si sale duramente fino alle sorgenti del Panico per poi proseguire in direzione Casali. A Casali proseguiamo ancora salendo fino al Valico di Arette. Bellissimi panorami ci accompagneranno fino al Monte Careschio prima di far rientro su Visso. richiede allenamento e preparazione sia in salita che in discesa ci sono molti punti dove prendere acqua e necessita di una buona dose di alimenti se fatto in condizione climatiche con temperature alte   Per la mappa clicca qui!    

Scritto il 27 Agosto 2018 da #occhionascosto deisibillini