Scritto il 09 Marzo 2021 da Daniela Zepponi

Quanti bimbi sognano di avere un piccolo amico a quattro zampe con cui crescere? I miei figli chiedono da anni (da quando si sono rassegnati al fatto che non ci saranno altri fratelli) di poter avere un cagnolino. La data fatidica sarà il termine della costruzione della nuova casa e quindi per la fine dell’anno dovremmo esserci…ma dove trovare il cagnolino dei nostri sogni?

È ovvio che nell’immaginario dei nostri sogni c’è il cane perfetto: io adoro il boxer, loro sono innamorati dei bassotto…eppure dopo tanto pensare abbiamo provato a immaginare come sarebbe, invece di comprarlo, andare nel canile del nostro paese e decidere di prenderci cura di un cagnolino senza casa.

Questo significa dare una nuova speranza ad un cucciolo che di speranza non ne ha più: inoltre si diventa anche parte attiva di un processo che può portare a ridurre il numero dei randagi.

Inoltre adottare un cagnolino significa anche (nel rispetto degli allevatori onesti) evitare magari di incappare negli allevatori senza scrupoli che sfruttano gli animali e non provvedono nemmeno ai bisogni primari delle loro madri e padri: per loro sono semplicemente delle fonti di reddito.

Magari entrare in un rifugio potrebbe smuovere il cuore e far sì che tante più persone possano decidere di iniziare a fare volontariato proprio nel canile. Quindi che si tratti da dare una famiglia ad un cucciolo appena arrivato al canile, oppure coccolare gli ultimi anni di vita di un cane che ha vissuto troppo tempo in canile, non dimentichiamo questa possibilità: aprire il cuore e le braccia ad un amico che ci amerà per tutta la vita e dargli l’affetto che prima di allora gli è stato negato!

Daniela Zepponi

Sono Daniela Zepponi, marchigiana, copy freelance e blogger. Sono anche la mamma di Tommaso e Matilde, che con il loro arrivo hanno trasformato la mia vita: ho guadagnato la felicità più grande di sempre (e ho perso un paio di...
Mostra di più