Scritto il 17 Maggio 2021 da David Fiacchini

Passeggiare in montagna, su sentieri più o meno impegnativi, è un’attività che fa bene al fisico, alla mente e… anche alla scienza! Ebbene sì, grazie ai progetti di “citizen science” (https://www.museonaturalemaremma.it/csi/ ) e alle piattaforme informatiche (come iNaturalist, https://www.inaturalist.org/ ) anche un escursionista può aiutare ricercatori ed esperti nel migliorare le conoscenze sulla distribuzione di quella specie vegetale o di quel particolare animale, facilitando la raccolta dati e le attività di conservazione.

Nel Parco nazionale dei Monti Sibillini (www.sibillini.net) è iniziato da un paio di settimane un progetto di monitoraggio biennale su Anfibi e Rettili: ricercatissime, tra le altre, specie dalla distribuzione ristretta come la timida Vipera dell’Orsini, o molto rare come l’innocuo Cervone, i tritoni, le salamandre ed altri Anfibi. Dopo aver pubblicato l’atlante erpetologico dei Sibillini (uscito nel 2013 nella collana de “I quaderni scientifico-divulgativi” dell’Ente Parco), questa ricerca servirà per scattare una fotografia aggiornata sullo stato di salute di alcune specie di grande interesse biogeografico ed ecologico, la cui presenza è indice dello stato di salute di quei determinati ecosistemi.

La collaborazione da parte di chi frequenta i Sibillini è fondamentale per la piena riuscita del progetto: abbiamo già visto, in questi giorni, diverse foto di serpenti (Vipera dell’Orsini su tutti) pubblicate nei social network da alcuni escursionisti. Bene, gli erpetologi dello studio naturalistico “Hyla” e della Sezione interregionale Umbria-Marche della “Societas Herpetologica Italica” sono già sul campo per monitorare la presenza di Anfibi e Rettili: ogni segnalazione è importante e la presenza di tanti potenziali “citizen scientist” – escursionisti in primis – potrà fornire un aiuto veramente prezioso ai ricercatori: per poter contribuire alle ricerche in corso è sufficiente scattare una (o più) foto, a distanza e senza maneggiare gli animali, e caricare le immagini sulla piattaforma digitale “iNaturalist”, previa registrazione, o inviando le foto via e-mail direttamente ai referenti del gruppo di lavoro (David Fiacchini, david.fiacchini@email.it ; Luca Coppari, luca.coppari@yahoo.it ; Cristiano Spilinga, spilinga@studionaturalisticohyla.it ).

Gli erpetologi sono a disposizione anche per eventuali domande o richieste, per fugare dubbi su “pericolosità” o meno di questo o quel serpente, e per eventuali sopralluoghi in siti di interesse: nella pagina facebook della sezione Umbria-Marche della SHI (https://www.facebook.com/Sezione-Interregionale-Umbria-Marche-SHI-2274811572761731 ) trovate già alcune conferenze in cui si illustrano le specie di Anfibi e Rettili presenti in Italia centrale e alcune iniziative in corso. Alla fine dell’attività ricerca nel territorio del Parco nazionale dei Monti Sibillini i risultati saranno condivisi al pubblico con un evento divulgativo finale cui saranno invitati tutti gli attori e le attrici di questo bel progetto di “scienza partecipata”.

Buone osservazioni!

David Fiacchini

Nato alle sorgenti del fiume Esino, si appassiona di zoologia sin dal periodo universitario camerte. Guida ambientale escursionistica, biologo, insegnante di Scienze naturali nei licei, in ambito erpetologico ha curato l'Atlante degli Anfibi e dei Rettili della Provincia di Ancona...
Mostra di più