Scritto il 26 Maggio 2021 da Tea Fonzi

Sugli Appennini umbro marchigiani esiste una Sibilla; una figura misteriosa che è diventata fata, maga, strega, e infine dea
una sibilla di cui gli abitanti del territorio si sono presi cura per secoli, custodendo i suoi luoghi, raccontando la sua storia, e intrecciando le proprie esistenze alla sua

Ogni uomo che ha cercato la sibilla, che ne ha narrato la storia, che ha vissuto la sua vita considerando la sua presenza, ha lasciato qualche traccia
.sono tracce fatte di immagini, ricordi, produzioni tipiche, canti e musiche, paesi e libri, e rincorrendole ho trovato i moltissimi lacci che legano la sibilla al “suo popolo”.Questi legami danno risposta ai tanti misteri di cui la sibilla è circondata, e io provo a raccontarli, perché penso che siano il vero valore delle terre dei Sibillini

Tea Fonzi

Marchigiana. Studio dipinti, sibille, e dipinti di sibille. Racconto le loro storie tessute sul territorio. Uso il metodo storico-scientifico (guidato da dubbi esistenziali continui). Sito web: teafonzi.it